venerdì 25 maggio 2018

idea riciclosa: fiore di carta

Il tutorial che presento oggi proviene da Pinterest... dopo averlo visto diverse volte ho deciso di cimentarmi e testare come sarebbero venuti i fiori di carta con questa tecnica.
Il risultato è stato molto positivo, considerato che non ho usato una carta particolarmente pregiata, ho fatto una bella figura!


Li ho infatti realizzati con della semplice carta assorbente da cucina di colore bianco, alternandoli a fiori più piccoli verde acido ottenuti da tovaglioli di carta.


Più strati di carta ci sono, più il fiore risulta pieno e bello tondo.


Si possono realizzare in misure diverse, alternare vari colori e, a seconda del taglio delle estremità, possono prendere forme di fiori differenti, come illustra questa immagine tratta da Pinterest.


Una volta composti posso essere appesi come decorazioni alle pareti, che scendono da lampadari o soffitti oppure, come ho fatto io, possono essere semplicemente appoggiati su rami secchi posti in un vaso come centrotavola.
Ideali per decorare in occasione delle feste dei bambini, ma anche in Battesimi, Comunioni e Cresime.


Provate e non rimarrete delusi!

mercoledì 16 maggio 2018

come nasce un progetto: dadirri

Diverso tempo fa avevo proposto, in occasione del mio terzo compleblog, tre+1 grafiche gratuite. Una volta assegnati i premi, le vincitrici hanno scelto il tipo di lavoro da realizzare insieme: Giulia di Mamma Avvocato ha rivisitato il suo blog, con Lucia di "Ma la notte no" abbiamo creato degli inviti a tema Power Ranger, Cinzia ha aggiornato la grafica del suo blog e ... Irene...?

Ha decido di chiudere il suo spazio virtuale "Diario di una donna senza importanza", dove l'ho conosciuta e appezzata fin da subito per la sua scrittura, il suo modo di vedere le cose, di saperle raccontare con schiettezza, personalità, poesia ed ironia. Una perla rara nella blogosfera, che aveva bisogno di uno spazio un po' più fresco, insomma, di una casa nuova dove poter mettere la sua macchina da scrivere al centro e far fluire i suoi pensieri.

Ecco perché Irene ha pensato ad una nuova pagina blog: "Dadirri"... e ha chiesto a me di realizzarle la grafica personalizzata!

Ho scoperto grazie ad Lei che "Dadirri" è una di quelle parole che "Raffigurano emozioni o contesti noti a tutti, ma che hanno una parola o un'espressione in una certa lingua". In pratica - così spiega Irene - sono parole che per essere tradotte necessitano, rispetto alla lingua di origine, di una serie di frasi per esplicitarle.

Un suo esempio, che io trovo bellissimo e poetico è:
"PSITHIRISMA" dal greco "il suono che fa il vento quando passa fra le foglie"
ma sono moltissime le parole di questo genere...

E Dadirri, cosa significa? Irene nella mail mi scrive...
Da pronunciare esattamente così come lo leggi e che in lingua aborigena significa: “Dare voce alla primavera dentro di noi”. Dadirri è anche una sorta di filosofia dei popoli antichi e di alcuni popoli attuali, vuol dire anche imparare ad ascoltare se stessi e il proprio cuore in comunione con l’universo tutto e soprattutto con i propri talenti ed i propri desideri.
Senza contare che Dadirri ha in mezzo quella “IR” che è pure l’iniziale del mio nome ed il suono richiama cadenze del sud, musiche tra le quali sono cresciuta.

Grazie ad alcune immagini da Lei fornite e a questi elementi ho iniziato a pensare quale soluzione creativa potesse rappresentare al meglio ciò che intendeva Irene. Ho quindi creato diverse proposte:

versione 1: sfondo bianco, scritta nero/rosso con mano e penna che scrive il “sottotitolo”
Il carattere che ho usato per la scritta “dadirri” è simile a quelli che usano per i tatuaggi,
nella scritta ho aggiunto dei dettagli, sempre nello stesso stile tatoo: un fiore (ricalcato dalle immagini che mi ha inviato) e una farfalla che, secondo me, ben rappresentano la frase “dare voce alla primavera dentro di noi” con la farfalla che spicca il volo.


versione 2: rielaborazione della pag. 1, la penna scrive la parole Dadirri, il logo è più grade


versione 3: una porzione di immagine con il sole e le onde fa da sfondo, la scritta dadirri è “a cavallo” dell’onda, con un carattere più scritto a mano, i colori sono accesi, vivi.


versione 4: sempre con porzioni di immagini ho crato uno sfondo a due livelli, nella parte chiara c’è la scritta per renderla maggiormente leggibile.
I toni sono caldi come i colori che richiamano la terra (marrone), il sole (giallo, arancione e rosso), ma anche l’energia che da essa ne deriva.
L’immagine stilizzata della mamma con il bambino rispecchia un po’ anche forza che hanno tutte le mamme e che, spesso, scopriamo solo dopo aver partorito.


versione 5: questa non c’entra nulla con il resto… può sembrare troppo primaverile ma l’immagine di un fiore visto dal basso mi dà l’idea della crescita, del puntare verso i propri talenti, di seguire sempre il sole, nonostante le giornate di pioggia che si possono incontrare nel proprio cammino… (ho filosofeggiato un po’… concedetemelo!)


Quale ha scelto Irene?
Vi lascio la sorpresa di scoprirlo... visitate il nuovo blog!




venerdì 11 maggio 2018

idea riciclosa: festa della mamma

Innanzi tutto, sono ancora viva... è da un po' che non scrivo sul blog, non perché non abbia idee o voglia ma proprio per mancanza di tempo. In questo periodo si sono chiuse delle porte lavorative ed aperte delle altre che mi hanno assorbito ore, il mio bimbo piccolo è ancora a casa del nido e siamo passati al 9° antibiotico, ora sta bene ma la cura deve proseguire ancora un po' :(... speriamo di uscirne, prima o poi... comunque, in vista della festa della Mamma, non potevo non scrivere due righe e proporre qualche idea riciclosa, (anche solo per par condicio con i Papà!)


Quindi, vediamo a noi!

L'idea riciclosa di oggi vede protagonista un elemento semplice e naturale: il sasso.
Molte sono le idee che si possono trovare su Pinterest e navigando in rete, eccone alcune!

immagine da Pinterest

Un quadretto con il volto della mamma che abbraccia i propri bimbi. Tutte le testoline sono sassi dipinti che rendo il quadro tridimensionale.


immagine da Pinterest
Per le Mamme in attesa, un quadretto speciale!


immagine da Pinterest
Un semplice messaggio scritto su un sasso diventa un utile fermacarte da scrivania
o fermaporta... dipende dalle dimensioni del sasso!


immagine da Pinterest
Per le Mamme che leggono basta un sassolino più piccolo e leggero!


Alisa Burque, artista che seguo con piacere da tempo, ha dipinto un sacco di sassi in modo creativo, 
alcuni li ha trasformati anche in gioielli (leggi qui)




Vuoi altre idee per la festa della Mamma? Leggi un po' qui...






mercoledì 18 aprile 2018

wedding (e non solo): comunione e cresima


Wedding e non solo: nel periodo di Comunioni e Cresime ecco qualche idea per biglietti ed inviti oppure semplici pro-memoria, piccoli ricordi per parenti e amici che accompagnano il cammino dei vostri bimbi.


L'invito è piegato "a libro" e stampato su cartoncino bianco 300 gr.
In alternativa, anche un semplice piccolo cartoncino pro-memoria o un segnalibro,
meno formale ed impegnativo, può essere consegnato come ricordo ai parenti cari.


I biglietti per bomboniera sono realizzati in cartoncino
e coordinati con i colori e caratteri degli inviti.

Ti serve qualche idea per realizzare bomboniere originali?
Prendi spunto da questo post oppure questo o ancora quest'altro!

Ti sono piaciute le mie proposte?
Ricordo che rimango disponibile sia il servizio di grafica+stampa
sia di sola consegna del file grafico con possibilità di stamparlo in proprio
o presso la vostra tipografia di fiducia. 
Richiedi un preventivo GRATUITO!
Scrivimi una e-mail a: elisabetta.grafica@gmail.com !

lunedì 16 aprile 2018

come procede... e siamo ad 8

foto da web


Il tunnel nero dei malanni non è ancora finito. Riponevo le mie poche speranze nella primavera ma anche quelle le ho perse, un po' perché le stagioni non esistono più... un po' perché mezza ce n'è in giro, due ne prendiamo noi...

Il piccolo è ancora malato.

Dopo le varie settimane a casa per l'influenza con febbre a 40 e varie ricadute, abbiamo deciso di tenerlo a casa per tutto il mese di marzo dal nido.
Sembrava andasse tutto bene quando, al momento del rientro... ancora febbre.
Dall'esame delle urine è risultato un'infezione alle vie urinarie, quindi, altro antibiotico (il numero 7 di questo inverno) per poi non contare la favolosa avventura della raccolta delle urine per ben 4 volte.
La prima per le analisi iniziali, la seconda per uno stick del cazzo (perdonatemi il termine) che non è servito a nulla se non a dare l'obolo in occasione della Pasqua, il terzo per avere un riscontro che il batterio fosse debellato ma che abbiamo dovuto rifare una quarta volta perché la pipì raccolta era stata contaminata...  è uscita dal sacchetto contenitore apposito per la raccolta (sterile) al vasetto in plastica (anch'esso sterile ed aperto solo quando la pipì del sacchetto risultava fatta).
Io ho lavato le mani prima e dopo... come si è contaminata lo sa solo Dio e l'analista.

Poi, per chi non lo sa, per i maschietti, raccogliere la pipì non è la cosa più semplice del mondo... per carità, tutto si impara, ma tra attendere che il sacchetto si riempia e togliere l'adesivo dalle parte intime non so cosa sia peggio... tutte cose che i bambini fanno sempre volentieri, con pazienza e cooperazione.

Per concludere in bellezza abbiamo eseguito anche un'ecografia reno-vescicale per escludere malformazioni ed eventuali infezioni che avrebbero potuto risalire anche ai reni. Per fortuna tutto a posto, almeno lì.

Così, dopo Pasqua, nell'attesa dei risultati dell'urinocultura lo rimandiamo sano al nido, con festeggiamenti vari per il grande rientro.
La settimana è corta: marcoledì, giovedì e venerdì.
Ma, evidentemente, sono bastati... sabato pomeriggio aveva già 38.9.

Altro controllo dal Pediatra che decreta: faringo-tonsillite con placche in gola, che si trasmette da bambino a bambino, ha specificato, consigliando caldamente di ritirarlo ed aspettare tempi migliori.
Ora, al di là del fatto che io abbia pagato l'asilo per praticamente 3 mesi frequentando ben 5 giorni complessivi e non consecutivi, ma perché tutte a noi!!!!!! E poi, voi pensiate che sarà semplice ritirare il proprio figlio da un nido comunale senza pagare maggio e giugno?... vabbè quello lo vedremo in un secondo tempo...

Ma non è finita qua, arrivano gli esiti: di nuovo positivi al batterio delle vie urinarie!
Quindi prolunghiamo la cura dell'antibiotico n. 8.
Si, Signore e Signori, il numero OTTO, e ci vorrà un'altro campione delle urine tra 15 gg per verificare se finalmente se ne è andato oppure no.

Una cosa è certa: quest'estate non andremo al mare o in montagna... che farebbe anche bene alla salute dei bimbi... andremo dritti-dritti a Lourdes, per essere certi di poter sopravvivere ad un altro inverno infernale.





venerdì 13 aprile 2018

idea riciclosa baby: biglietti per regali di compleanno

Con Maggio, oltre alla stagione dei matrimoni, iniziano anche le festicciole di compleanno nei pacchetti, nelle ludoteche ecc...
Ho quindi preparato un file gratuito da scaricare e stampare per allegare ai vostri regali un biglietto originale e personalizzato.
Il file che trovate di seguito è appositamente creato in bianco e nero proprio per poter permettere di personalizzare con colori, frasi e nomi ogni singolo biglietto insieme ai vostri bimbi!


E' un semplice A4 con 4 inviti diversi, per ottimizzare la carta e non sprecare nulla!
Occorre scaricare, stampare, tagliare lungo le linee tratteggiate e dare sfogo alla fantasia!

Il primo (in alto a sinistra) ha una torta a due strati tutta da colorare, sulla prima linea tratteggiata potete scrivere anche il nome del festeggiato e, in cima alla torta, aggiungere il numero di candeline desiderate!!!
La seconda (in alto a destra) ha dei palloncini e coriandoli. Nel palloncino "vuoto" potete scriverci il nome del bimbo che riceve il regalo.
La terza (in basso a sinistra) è un bel pacchetto regalo, sul nastro (sotto il pacchetto) è possibile scrivere una dedica, il nome del destinatario... 
La quarta e ultima ha una bella fetta di torta con un fumetto: che sia una dedica personalizzata o solo un augurio di esprimere un desiderio al soffiare delle candeline, sarà un bel ricordo riceverla e conservarla!

Sotto a ciascuno è possibile inserire anche il nome del "mittente" del pacco regalo!
Una volta colorato lo potrete allegare al pacchetto con un foro+nastrino oppure un washi tape colorato o un pezzetto di nastro adesivo!


Che ne dite? Quale biglietto vi piace di più?



mercoledì 11 aprile 2018

wedding bag kids 4

Molto spesso, tra gli invitati ad un matrimiono, ci solo loro... i bambini!
Perché non pensare ad una wedding bag KIDS con piccoli gadget personalizzati per farli divertire durante la festa?
In una morbida borsa di cotone écru troviamo: fogli prestampati con piccoli giochi, disegni da colore ecc. (possibile anche creare un vero e proprio libricino di attività a tema), pastelli colorati, bolle di sapone, lecca-lecca e... una trottola artigianale in legno.


Il tutto è coordinato con disegni di sposi novelli che fuggono via sulla tradizionale auto con i barattoli di latta vuoti al seguito. Un tocco di arcobaleno per le scritte e un carattere "fumettoso", ideale per i bambini.

Cosa aspetti?
Sorprendi i tuoi invitati,
chiedi un preventivo gratuito per il tuo evento
e seguimi per scoprire tante idee
con la wedding bag!


... e scopri la wedding bag 1,



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...